Flusso del Qi – Affondare il Qi

Share

Il problema è che la maggior parte delle persone (beh, in realtà di tutte) è che all’inizio cercano di far “affondare” il Qi; ma dato che il Qi è un qualcosa di astratto per la nostra mente, non siamo in grado di sentirlo, quindi è impossibile farlo affondare. In realtà non possiamo manipolare il Qi usando la mente cosciente, dato che sarebbe come cercare di modificare il flusso sanguigno con il pensiero. Il flusso sanguigno è un’attività automatica all’interno del nostro corpo che non può essere influenzata dal pensiero cosciente perché è troppo importante per essere manipolata dalla mente. Siamo “stati creati” in questo modo affinché il corpo e le sue funzioni automatiche lavorino correttamente senza ostacoli.
Lo stesso vale per il nostro flusso del Qi, solo che in questo caso ci sono due ragioni per cui non siamo in grado di influenzarlo usando la nostra mente cosciente. Il primo è lo stesso motivo che ci impedisce di influenzare il flusso del sangue, in quanto il nostro Qi è ovviamente molto importante per una buona salute, poiché moriremmo senza di esso e il suo flusso. Il secondo è che se fossimo in grado di controllare il nostro Qi, saremmo in grado di danneggiare gli altri per qualsiasi egoistico o vendicativo capriccio.

Il trucco per far sì che il flusso del Qi faccia ciò che vogliamo (farlo affondare) è nascosto in una frase che ricordo sempre, che mi disse uno dei miei insegnanti. In effetti fu una delle prime cose che mi disse:

Il Qi è come una ragazza timida, ti guarda da dietro un albero quando non la guardi, se la vedi con la coda dell’occhio lei scompare. Proverai a vederla ogni giorno seguente alla prima volta e non avrai mai successo, finché, mentre non ci stai più provando apparirà di nuovo quando meno te lo aspetti”.

Questo è il segreto per la tua comprensione della pratica del Taiji: semplicemente praticalo!
Non fare sciocchi giochi mentali e non creare pensieri su come far affondare il Qi. Ogni pensiero è un gioco della mente cosciente che ti terrà lontano dal Qi.

Un importante classico del Taiji dice che:
Il pensiero cosciente bloccherà il flusso del Qi

Tuttavia, una delle cose più difficili è “smettere di pensare” mentre esegui la forma del Taiji. Molte persone cercheranno di bloccare ogni pensiero dalla loro mente mentre praticano. Ciò non è corretto poiché tentare di bloccare il pensiero cosciente è di per sé un pensiero cosciente ed è molto più grande dei normali pensieri che entrano ed escono nella tua mente in modo naturale mentre pratichi. Se non riesci a liberarti della mente e da ogni pensiero è molto meglio permettere a qualsiasi pensiero di andare e venire mentre pratichi, purché siano pensieri completamente diversi da quello che stai facendo in realtà e che siano pensieri che non fanno salire la tensione nella parte superiore del corpo. Pensieri normali come: quello che farai dopo la tua pratica, suonando la chitarra o qualsiasi pensiero bello e allegro; andranno bene. Non dovresti mai pensare a cose ignobili come la vendetta, l’odio, ecc. Anche se pensi semplicemente alla campagna circostante (se pratichi all’aperto) o al cinguettio degli uccelli, sono cose abbastanza buone che ti consentono di far affondare il Qi.

Ma c’è anche un altro modo in cui il Taiji consente al flusso del Qi di affondare naturalmente e questo è uno dei motivi principali per cui eseguiamo la forma con le gambe piegate. Ovviamente non ci difenderemo mai con queste posizioni a gambe piegate e questo è un grosso errore che molti fanno quando insegnano il Taiji come arte da combattimento, ovvero pensando che bisogna usare il Taiji esattamente come nelle posizioni della forma. Questo non è corretto. Pieghiamo le gambe in modo che la mente cosciente senta la pressione nelle cosce. Questo a sua volta dice alla mente subconscia che stiamo affondando.
Un altro classico dice: “Quello che fa il fisico, lo stesso vale per il Qi”. Quindi, quando affondiamo il nostro corpo fisicamente piegando le ginocchia, la mente subconscia farà sì che anche il Qi affonda nel Dan Tian lasciando muovere il resto del corpo in accordo con ciascuna postura, così che il Qi si attivi in ciascun particolare meridiano che, a sua volta, migliorerà notevolmente la nostra salute.

Questo affondamento subcosciente ci consente anche di emettere il Qi quando dobbiamo difenderci. Tuttavia, ancora una volta, se pensiamo di farlo, non accadrà mai! Questo è il motivo per cui il Taiji e il Bagua non possono mai essere usati in una situazione sportiva da torneo o in stupide competizioni di Tui shou, perché stiamo costantemente pensando a cosa accadrà in seguito e a come sconfiggeremo l’avversario. Essendo questi pensieri coscienti bloccheremo l’emissione del Qi. Un altro motivo è che Dio ci ha fatto in modo che non potremmo ferire gli altri inutilmente usando il grande potere del Qi in uno sport. Non ce n’è bisogno, quindi non accadrà mai! L’unica volta che il Qi verrà emesso è quando meno ce lo aspettiamo, quando la ragazza timida ci sta sbirciando da dietro l’albero. E questo significa quando siamo aggrediti per la strada senza che ce lo aspettiamo. Questo mi è successo in diverse occasioni durante gli anni di pratica e apprendimento, nei quali ho sentito l’immenso potere del Qi. Ma ogni volta che provavo a riprendere quel potere in una situazione controllata, non c’era più proprio perché lo stavo cercando!

Vuoi imparare il Qi Gong e il Taijiquan?
Partecipa a uno dei miei corsi

Un’altra area nella quale il flusso del Qi si manifesterà automaticamente è quella della cura e della guarigione, ovvero quando incontriamo qualcuno che ha bisogno di essere curato. Se dovessimo pensare consapevolmente che il Qi andrà in una determinata persona non funzionerà mai. Anche la guarigione funziona esattamente come quando riceviamo un’aggressione improvvisa, ovvero funziona quando meno te lo aspetti. Ed ecco dove quel bel detto è così vero: “Sei un vero guaritore se il tuo paziente è guarito mentre cammina dalla porta alla tua scrivania”. In altre parole, la vera guarigione non avviene con gli aghi infilati nel corpo, con il rimedio a base di erbe e pillole o con il massaggio; la guarigione accadrà prima ancora di parlare con il paziente. Le cose fisiche sono ovviamente importanti come l’imposizione delle mani, le medicine, ecc. Ma l’attivazione iniziale del Qi avviene semplicemente perché sei entrato in contatto con qualcuno che è malato. Ed è il potere automatico di ogni animale, guarire quelli malati. Ho visto accadere questo in natura o con gli animali domestici molte volte.

È davvero facile far affondare il flusso di Qi ed è davvero difficile allo stesso tempo. Tuttavia, come continuo a ripetere; tutto ciò che devi fare è il movimento. Ogni grande segreto sul Taiji e il Bagua è rinchiuso nel movimento, nient’altro. Non può essere intellettualizzato, è una cosa puramente fisica che, se fatta correttamente (e qui sta la cosa più importante), impartirà al medico tutti i meravigliosi benefici che tutti i sistemi interni hanno da offrire. Purtroppo nei tempi moderni, anche in Cina, queste meravigliose arti sono state annacquate così tanto da essere diventate nulla! Sono state denigrate da coloro che le hanno inserite in tornei nazionali e internazionali per vedere chi è il “migliore”. Quindi la parte interna è andata perduta, rimangono solo gusci vuoti che non possono essere usati per autodifesa e guarigione. La gente oggi ricorre a cose come il Karate e altri stili di combattimento duro nei quali il più forte e/o abile fisicamente/tecnicamente vince sempre.

Testo originale di Erle Montaigue – 05 febbraio 2006
Traduzione a cura di © Valerio Bellone

Commenta con il tuo account Facebook

Related Posts
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Energie in Equilibrio sui social

© 2020 Energie in Equilibrio

Enable Notifications    OK No thanks

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Energie in Equilibrio maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi