Piccolo Cerchio Celeste

Share

Introduzione
Il Piccolo Cerchio Celeste (PCC, anche conosciuto come “Orbita Microcosmica”) è una delle tecniche considerate più potenti, tra quelle annoverate nei vari “Qi Gong” taoisti, ed utile per elevare la consapevolezza spirituale.
Nei tempi antichi era una pratica di meditazione esoterica insegnata in segreto ai membri della famiglia imperiale da saggi illuminati. La leggenda afferma che lo stesso mitico personaggio Laozi raggiunse l’immortalità praticando il PCC.

I benefici di questa pratica
Il PCC è una pratica meditativa che prevede il collegamento di due percorsi energetici che corrono lungo la linea mediana del corpo in un circuito ciclico. Un sentiero, Du Mai (il Vaso Governatore), si estende sul retro del corpo e l’altro, Ren Mai (Concepimento del Vaso), lungo la parte anteriore. Lungo questi percorsi troviamo importanti punti terapeutici che fungono da serbatoi di energia vitale.
Man mano che l’energia circola ripetutamente all’interno del PCC, la circolazione del Qi aumenta gradualmente da un rivolo a un flusso consistente, sino a una corrente oceanica di energia cosmica. Ai livelli più alti, il praticante sperimenta se stesso mentre circonda i cieli. Mentre l’energia più potente passa sopra i punti terapeutici, i loro poteri esoterici speciali sono rivelati e i doni spirituali vengono risvegliati.
Poiché tutti e 12 i meridiani attraversano il percorso del PCC, l’energia coltivata attraverso questa pratica fluisce nel resto del corpo, nutrendo e armonizzando gli organi interni con un Qi di elevata qualità. I benefici della pratica sono infiniti poiché praticare il PCC è come fare tutte le altre pratiche meditative contemporaneamente.
I vantaggi pratici per la salute del PCC sono innumerevoli. Secondo la medicina cinese la malattia rappresenta l’ostruzione e lo squilibrio del sistema dei meridiani e poiché il PCC è la meditazione principale che regola l’intero sistema, mentre facciamo circolare l’energia curiamo il nostro corpo.

Vuoi imparare il Qi Gong?
Partecipa a uno dei miei corsi

Panoramica sul PCC
Nota: alcuni degli agopunti del Qi Gong sono leggermente diversi rispetto ai loro omologhi dell’agopuntura.
Il Du Mai si estende dal perineo, lungo la spina dorsale, dietro la nuca, attraversando la parte superiore della testa e della fronte e terminando in bocca. C’è un agopunto sul palato duro che funge da ponte tra Du Mai e Ren Mai. La lingua agisce come l’interruttore che collega questi due meridiani. Mentre la punta della lingua tocca il tetto della bocca, delicatamente, il Qi che circola dal Du Mai scorre attraverso la lingua verso Ren Mai che inizia nell’area intorno al tuo mento, si estende lungo la linea mediana, passa attraverso il collo, il torace, l’addome e continua fino al perineo dove si ricongiunge al Du Mai.
Lungo questo circuito, alcuni punti di riferimento anatomici aiutano a situare gli agopunti. Ci si concentra su questi punti di riferimento per aiutare ad aumentare la consapevolezza dei punti terapeutici. I saggi cinesi dicono che il Qi segue la mente e, concentrandoci sui punti terapeutici, li potenziamo energeticamente. Spostando la nostra attenzione da un punto a un altro punto, contemporaneamente aumentiamo il flusso del Qi e risvegliamo la consapevolezza del PCC.
All’inizio, il PCC è percepito in modo confuso e non chiaramente definito, come un sentiero di montagna al crepuscolo. Mentre si pratica, l’attenzione tende a spostarsi, ci si distrae facilmente o ci si addormenta. Gradualmente, il percorso diventa più luminoso e l’attenzione diventa più stabile. Ad un certo punto il PCC diventa tangibile ed è vissuto come una corrente di energia potente e consapevolezza intensificata. Oltre questo stadio di pratica, i corridoi mistici si aprono e nuovi mondi si rivelano mentre circondiamo il macrocosmo che dimora all’interno.

© Valerio Bellone

Commenta con il tuo account Facebook

Related Posts
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Energie in Equilibrio sui social

© 2020 Energie in Equilibrio

Enable Notifications    OK No thanks

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Energie in Equilibrio maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi